AddThis Social Bookmark Button
Crispelle con ricotta e acciughe

Crispelle ricotta e acciughe

Ingredienti per circa 20 pz:

- 600 gr farina

- 1 cubetto di lievito

- acqua qb

- sale qb

- 1/2 kg di ricotta di pecora

- 6-7 acciughe 

 - 1 lt di olio di girasole o di soia per friggere

Ricetta tipicamente catanese, antichissima e di grande effetto folkloristico. E' uno di quei piatti che il gergo americano chiamerebbe da "street food", ma che per noi a Catania sono semplicemente "sfinci" o "crispeddi". Si tratta di un vero e proprio rito che si esegue in strada: il "crispellaro" manipola sapientemente la pasta lievitata, la farcisce e la frigge in un pentolone largo un metro , pieno di "sugna" (strutto). Non è difficile prepararle in casa, ecco come fare.

Impastate la farina con acqua, lievito e sale finchè non otterrete un composto colloso ma agevole da manipolare. Mettete al caldo a lievitare per un paio d'ore e preparate le acciughe: dissalatele e deliscatele poi tagliatele a pezzettini e mettetele da parte.

Trascorso il tempo di lievitazione preparate vicino a voi una ciotola con dell'acqua che vi servirà a bagnare le mani per rendere più agevole la lavorazione delle crispelle. Prendete un po' di pasta (eventualmente aiutatevi con un cucchiaio che bagnerete nell'acqua), ponetela sul palmo della mano e farcitela con una pallina di ricotta. Richiudetela formando una palla e procedete così con metà dell'impasto.

Farcite poi le crispelle con le acciughe: prendete un pezzetto di pasta e mettetevi dentro dei pezzetti di acciuga, richiudete dando una forma allungata e continuate così fino a finire tutti gli ingredienti.

Fate scaldare per bene l'olio in una pentola e friggete le crispelle immergendole completamente. Rigiratele con una schiumarola e fate cuocere fino a doratura. Riponetele su carta assorbente e servitele calde.

Buon appetito!

 

Aggiungi commento


Anti-spam attivo: per favore completa l'immagine

Dire Fare Mangiare

"Non c'è posto al mondo che io ami più della cucina.
Non importa dove si trova, com'è fatta: purché‚ sia una cucina, un posto dove si fa da mangiare, io sto bene. Se possibile le preferisco funzionali e vissute. Magari con tantissimi strofinacci asciutti e puliti e le piastrelle bianche che scintillano...

Continua

Dire Fare Mangiare su Facebook

Advertising

Disclaimers

Tutti i testi e le foto sono di proprietà del sito www.DireFareMangiare.org. I diritti su tutte le immagini e i testi, la loro traduzione, la loro memorizzazione elettronica, la riproduzione e l'adattamento, totale o parziale con qualsiasi mezzo sono riservati per tutti i paesi.

Per utilizzare le immagini ed i testi è necessario fare richiesta scritta a: info@direfaremangiare.org

L'utilizzo delle immagini e dei testi presenti sul sito è consentito solo dopo il ricevimento dell'autorizzazione scritta e a condizione che venga citata come fonte il sito www.DireFareMangiare.org

Alcune foto sono state recuperate dal web: se pensi di avere dei diritti sull'immagine e vuoi che venga rimossa, scrivi a: info@direfaremangiare.org