Pasta al forno alla siciliana

Pasta al forno alla siciliana

Ingredienti per 10 persone persone:

- 1 Kg di Rigatoni - 54 Alberto Poiatti

- 800 gr. di macinato misto tritato grosso

- 500 gr. di bocconcini di carne per sugo

- 500 gr. di pisellini surgelati

- 3 confezioni di passata di pomodoro da 720 gr. Alberto Poiatti

- 1 carota, 2 cipolle, qualche gambo di sedano

- 1/2 bicchiere di vino rosso

- 50 gr. di concentrato di pomodoro

- 3 melanzane 

- 8 uova sode

- 600 gr. di formaggio a pasta filata

- 100 gr. di formaggio grattugiato a piacere

- 1 cavolfiore da 1 kg (facoltativo)

- sale, pepe, olio extravergine d'oliva

Un piatto ricchissimo della domenica dei siciliani, la pasta al forno è un tripudio di sapori e colori capaci di risvegliare gli appetiti più timidi. Non c'è dieta che tenga, questa ricetta non si può semplificare ma solo arricchire, semmai. E il bello è che, di regola, da noi non viene nemmeno proposta come piatto unico! In realtà non esiste una sola ricetta per questo piatto, ogni zona della Sicilia ogni famiglia ha le sue tradizioni: a Catania, per esempio, non possono mancare uova sode e melanzane, nella provincia di Agrigento è d'obbligo il cavolfiore fritto o ancora in altre provincie viene usata la ricotta come se si trattasse di besciamelle. La versione che vi presentiamo unisce alcune di queste tradizioni ma se volete potete arricchirla come più vi piace.

In ogni caso facciamocene una ragione, alla pasta al forno non si resiste ma soprattutto...chi sarebbe capace di farlo? ;) Eccovi il procedimento.

Iniziate preparando il ragù. Fate soffriggere un trito di carota, cipolla e sedano in un'ampia pentola, mentre in una padella a parte fate rosolare prima il macinato e poi i bocconcini di carne. Uniteli al soffritto e fate insaporire bene sfumando col vino. Versate la passata di pomodoro, il concentrato diluito in poca acqua calda e lasciate cuocere a fuoco lento per circa 3 ore dopo aver salato e pepato (controllate comunque la cottura della carne).

Unite i piselli una ventina di minuti prima di spegnere al sugo e lasciatelo riposare. Potrete prepararlo anche il giorno prima per risparmiare tempo (il lavoro è lungo!).

Fate rassodare le uova e passate alle melanzane. Tagliatele a fettine e lasciatele sotto sale per una mezz'ora in modo da far perdere l'acqua di vegetazione. Trascorso il tempo sciacquatele velocemente e asciugatele. Friggetele in abbondante olio e ponetele su un foglio di carta assorbente. Friggete anche le cimette di cavolfiore e, se volete, preparate per tempo entrambe le fritture e tenetele in freezer fino al momento di utilizzarle.

Fate cuocere la pasta per metà del tempo di cottura e conditela con un po' di sugo (il resto lo aggiungerete sulla teglia), e sfilacciate parte la carne in modo che il ragù risulti più corposo.

Prendete una teglia capiente, versate qualche cucchiaiata di ragù e mettete il primo strato di pasta, unite un po' di sugo, una manciata di formaggio grattugiato, le uova a fettine, le melanzane e il cavolfiore e il formaggio fondente. Proseguite con il secondo strato e continuate come descritto.

Infornate per una ventina di minuti in forno caldo a 200° controllando il grado di gratinatura.

Servite la pasta calda ma sappiate che anche il giorno dopo è buonissima, anzi...di più!

Buon appetito!

 
Armor GamesAddiciting Games