AddThis Social Bookmark Button
Biscotti di Kamut con miele e limone (senza latte)

Biscotti di Kamut con miele e limone

Ingredienti per circa 40 biscotti:

- 500 gr. di farina di grano Khorasan (Kamut®)

- 140 gr. di zucchero grezzo di canna (più 3-4 cucchiai per la panatura)

- 2 uova piccole

- 1 bicchiere scarso di latte di riso

- 1/2 bicchiere di olio di semi di girasole

- 1 cucchiaio di miele

- la buccia grattugiata di 1 limone

- 1 cucchiaino di bicarbonato

L'antico grano Khorasan, oggi conosciuto con il nome commerciale di Kamut®, ha tantissime proprietà benefiche. È molto più digeribile rispetto al grano comune ed è ricco di proteine, vitamine e sali minerali. Ha un sapore intenso che abbiamo voluto esaltare aggiungendo il miele (noi, naturalmente abbiamo usato quello pregiato dell'Etna), e la buccia di limone. Non dimenticate tuttavia che, essendo una varietà di grano, non è adatto agli intolleranti al glutine e ai celiaci. Eccovi il procedimento. 

Versate la farina dentro una ciotola o nella planetaria. Unite il bicarbonato, lo zucchero, la buccia di limone e mescolate bene. Aggiungete le uova e il miele ed iniziate ad impastare, unite l'olio a poco a poco e infine il latte. Una volta che avrete raggiunto una buona consistenza, create un panetto che riporrete in frigo per una mezz'oretta, avvolto in pellicola da cucina.

Trascorso questo tempo accendete il forno a 180° e preparate la leccarda coprendola con carta da forno. Prendere adesso la frolla e iniziate a staccare piccoli pezzetti con i quali creerete delle palline, come fossero polpettine, che appiattirete leggermente.

Data la presenza del miele, la frolla risulterà un po' appiccicosa ma non demordete!

Panate un lato dei biscotti nello zucchero di canna e riponeteli sulla leccarda (con la panatura verso l'alto), distanziandoli tra loro.

Infornate per 8-10 minuti controllando che non si imbruniscano troppo.

Lasciateli raffreddare e...

Buon appetito!

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Dire Fare Mangiare

"Non c'è posto al mondo che io ami più della cucina.
Non importa dove si trova, com'è fatta: purché‚ sia una cucina, un posto dove si fa da mangiare, io sto bene. Se possibile le preferisco funzionali e vissute. Magari con tantissimi strofinacci asciutti e puliti e le piastrelle bianche che scintillano...

Continua

Dire Fare Mangiare su Facebook

Advertising

Disclaimers

Tutti i testi e le foto sono di proprietà del sito www.DireFareMangiare.org. I diritti su tutte le immagini e i testi, la loro traduzione, la loro memorizzazione elettronica, la riproduzione e l'adattamento, totale o parziale con qualsiasi mezzo sono riservati per tutti i paesi.

Per utilizzare le immagini ed i testi è necessario fare richiesta scritta a: info@direfaremangiare.org

L'utilizzo delle immagini e dei testi presenti sul sito è consentito solo dopo il ricevimento dell'autorizzazione scritta e a condizione che venga citata come fonte il sito www.DireFareMangiare.org

Alcune foto sono state recuperate dal web: se pensi di avere dei diritti sull'immagine e vuoi che venga rimossa, scrivi a: info@direfaremangiare.org