AddThis Social Bookmark Button
Rame di Napoli


rame di napoliIngredienti per circa 20/22 pezzi: 

- 500 gr. di farina 00

- 200 gr. di zucchero bianco

- 100 gr. di burro

- 100 gr. di cacao amaro

- 350 ml di latte intero

- 3 cucchiaini di cannella

- 1 cucchiaino di ammoniaca per dolci

- 12 chiodi di garofano

- un cucchiaio colmo di miele

per la copertura:

- 200 gr. di cioccolato fondente di ottima qualità

- 80 gr. di burro

- marmellata d'arance

- granella di nocciole e pistacchi

Le Rame di Napoli sono dolci tipici catanesi, consumati tradizionalmente durante le festività di Ognissanti e dei Defunti (1 e 2 novembre). Sapete da dove deriva il loro nome? Pare che dopo l'unione della Sicilia al Regno di Napoli, durante la dominazione borbonica, venne coniata una nuova moneta realizzata con una lega di rame, in sostituzione di quelle ben più preziose in oro e argento. Il popolo provò a riprodurla creandone la versione dolciaria, detta appunto Rama di Napoli. La ricetta originale prevedeva  l'unione di scarti di altri dolci, proprio come la nuova moneta che nasceva da metalli più poveri.

In un pentolino sciogliete il burro insieme al latte ed al miele. Lasciate intiepidire. Setacciate la farina e il cacao, versateli in un recipiente e mescolate. Riducete in polvere i chiodi di garofano utilizzando un mortaio o un batticarne, uniteli alle polveri e aggiungete lo zucchero, la cannella e per finire l'ammoniaca.

Unite tutti gli ingredienti, mescolate inizialmente con una forchetta e amalgamate bene il composto. Dopo qualche minuto potete continuare ad impastare con le mani.

Su una teglia, la cui superficie andrete a foderare con della carta forno, disponete e distanziate tra loro dei mucchietti di impasto ai quali avrete dato una forma ovale e leggermente schiacciata. Infornate a 200° per 10/12 minuti. Non appena sfornerete i dolci si sentirà un forte odore di ammoniaca. Non abbiate timore! Questo sparirà una volta che si saranno raffreddati.

Per preparare la glassa sciogliete a bagno maria il cioccolato con il burro. Distribuite sulle rame ormai fredde uno strato di marmellata d'arance, ricoprite con la glassa e completate con granella di nocciole o pistacchi. Al posto della marmellata usata tradizionalmente potete trovare in commercio rame con ripieno di Nutella. Che dire...! Sono buonissime anche quelle ma ... preferiamo di gran lunga una buona marmellata d'arance fatta in casa, il cui profumo caratteristico contribuisce a rendere questo dolce, a nostro avviso, veramente unico!

Trascorsi circa 45/50 minuti la glassa si sarà rappresa e potrete gustare finalmente le vostre Rame di Napoli. Sentirete che bontà sopraffina!

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Dire Fare Mangiare

"Non c'è posto al mondo che io ami più della cucina.
Non importa dove si trova, com'è fatta: purché‚ sia una cucina, un posto dove si fa da mangiare, io sto bene. Se possibile le preferisco funzionali e vissute. Magari con tantissimi strofinacci asciutti e puliti e le piastrelle bianche che scintillano...

Continua

Dire Fare Mangiare su Facebook

Advertising

Disclaimers

Tutti i testi e le foto sono di proprietà del sito www.DireFareMangiare.org. I diritti su tutte le immagini e i testi, la loro traduzione, la loro memorizzazione elettronica, la riproduzione e l'adattamento, totale o parziale con qualsiasi mezzo sono riservati per tutti i paesi.

Per utilizzare le immagini ed i testi è necessario fare richiesta scritta a: info@direfaremangiare.org

L'utilizzo delle immagini e dei testi presenti sul sito è consentito solo dopo il ricevimento dell'autorizzazione scritta e a condizione che venga citata come fonte il sito www.DireFareMangiare.org

Alcune foto sono state recuperate dal web: se pensi di avere dei diritti sull'immagine e vuoi che venga rimossa, scrivi a: info@direfaremangiare.org